La pulizia criogenica è un metodo di pulizia innovativo che utilizza il ghiaccio secco (CO2) come sostanza pulente. Riduce significativamente i tempi di pulizia, il tempo di fermo macchina, i costi di smaltimento dei rifiuti e i costi di manutenzione degli impianti.

Processo a secco:
questo metodo di pulizia è un processo completamente secco poiché il ghiaccio secco è costituito da CO2 e pertanto evapora al contatto con la superficie.

Nessun residuo: il processo non lascia residui. Occorre soltanto aspirare o raccogliere i depositi asportati.

Ecologico: la pulizia a secco non fa uso di sostanze chimiche e non è assolutamente tossica. Non vi sono spese per lo smaltimento di detersivi o solventi e diminuisce la quantità di detriti da depurare.

Non abrasivo: la pulizia a ghiaccio secco non ha effetti abrasivi ed è pertanto estremamente delicato nei confronti della superficie dei materiali, evitando l’usura tipica dei sistemi di sabbiatura o di pulizia con agenti chimici, detergenti, spatole e spazzole metalliche.

Aumento della produttività: le pause per la manutenzione si riducono poiché non si rendono più necessarie le operazioni di smontaggio e riassemblaggio. Spesso le macchine possono essere pulite in funzione, in modo da aumentare il tempo di produzione effettivo.

Efficace: grazie agli ugelli a getto e alle differenti velocità di pulitura è possibile effettuare la pulizia anche in punti di difficile accessibilità senza lasciare alcun residuo di detergente nelle catene e sulle parti meccaniche.

Sicuro: la sabbiatura criogenica eseguita con l’utilizzo dei mezzi di protezione individuali, sostituisce i procedimenti di pulizia tradizionali quali la sabbiatura o le pulizie a mezzo di solventi clorurati o fluorurati: si può quindi affermare che la sabbiatura criogenica introduce un notevole miglioramento per le condizioni di lavoro dell’operatore.

Applicazioni della pulizia criogenica a ghiaccio secco:
In generale si usa per la rimozione di residui carboniosi, residui secondari dello smog, scritte realizzate a mezzo vernici.

Nello specifico ha moltissimi utilizzi in vari settori…
Stampa: asporta con efficienza il colore umido e secco, le polveri, la polvere di carta ed i resti di colla.
Industria alimentare: pulisce con efficienza le macchine impacchettatrici asportando resti di colla, polveri di carta e resti di prodotto senza aggiunta d’acqua e di sostanze chimiche.
Industria delle materie plastiche: pulisce con delicatezza rivestimenti in plastica ed espansi poliuretanici.
Macchine: presse per stampa, quadri elettrici ad armadio sottotensione, distributori di adesivi termoplastici e colle, estrusori, presse per polimerizzazione, fotocopiatrici.
Linee di produzione: forni industriali, robot per saldatura, serbatoi per lo zucchero, contenitori per polimerizzazione, linee di montaggio, sistemi trasportatori.
Stampi: alluminio fuso-ghisa, pneumatici in gomma sbr, resina epossidica, piastre per forno, iniezione plastica, stampi per estrusione, sedili in schiuma PU, semilavorati in PET.
Varie: pulizia robotizzata, ricondizionamento dopo incendi, rimozione di asbesto, eliminazione di vernice, decontaminazione nucleare, parte interna di alternatori ad elevata energia, pulizia speciale di edifici, pulizia con turbina.